Prestiti con garante: guida ai migliori con spese di gestione basse

Indice dei contenuti

Se state cercando un prestito con spese di gestione contenute, sappiate che dovrete documentarvi su tutte le voci di spesa del finanziamento scelto. Vi sono dei modi efficaci, veloci, sicuri e gratuiti per farsi un’idea chiara sulle spese gestionali e su tutte le voci di spesa di un prestito. La convenienza di un prestito si stabilisce considerando diversi parametri e non solo le spese gestionali, anche se ovviamente anche queste hanno la loro importanza. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Esempio di prestito con garante

Un esempio di prestito in cui vi verrà sicuramente richiesta la figura di un garante è il prestito d’onore. Si tratta di una particolare formula di finanziamento destinata ai giovani neodiplomati o neolaureati che intendono proseguire il loro percorso di studi. Nel primo caso proseguendo con l’iscrizione presso l’università, nel secondo caso proseguendo con l’iscrizione presso master o corsi di specializzazione. Anche i giovani che hanno già terminato gli studi e intendano intraprendere un’attività imprenditoriale possono avvalersi di questa tipologia di prestito molto vantaggiosa.

Al prestito d’onore si accede con la presenza di un garante, proprio perché la banca non richiede altre forme di garanzia, né di reddito né di possesso di beni immobili. Quindi deve tutelarsi in qualche modo e lo fa attraverso il garante che risponde in prima persona nel caso di insolvenze.

Prestiti finalizzati

Un tipo di finanziamento molto utilizzato per l’acquisto di beni di consumo è il prestito finalizzato. Anche in queste tipologie di prestiti viene spesso richiesta la presenza di un garante, ma solo nel caso in cui non si riesca a dimostrare di avere un reddito adeguato, o anche nel caso in cui non si è assunti con contratto a tempo indeterminato. Se vi sono situazioni poco stabili dal punto di vista del reddito, della tipologia di contratto di lavoro, etc., allora si rende necessario per la banca cercare altre forme di garanzie, come per l’appunto una persona che faccia da garante al soggetto che richiede il prestito.

Quali sono i prestiti con garante

In realtà non esistono dei veri e propri prestiti con garante, perché vi sono una varietà di finanziamenti che possono tirare in ballo la figura del garante. Probabilmente la maggior parte di voi sa esattamente cosa sia un garante, ma vediamo nello specifico chi può ricoprire questo ruolo, cosa comporta fare da garante, e i vantaggi e gli svantaggi. Il garante è una persona che subentra in un prestito quando il richiedente stesso non è in grado, di suo, di offrire delle solide garanzie alla banca.

Le rate del prestito

Quando si pagano le rate di un prestito non si restituisce solamente, piano piano, la somma avuta in prestito dalla banca. Bensì si restituiscono anche gli interessi. Come bene sapete, infatti, la banca acconsente a prestare una somma di denaro in cambio della restituzione con gli interessi maturati e che variano a seconda dell’importo richiesto, del tasso di interessi scelto (fisso, variabile o misto), e alla durata del finanziamento. Infine, oltre il pagamento delle rate,

al soggetto richiedente spetta il pagamento delle spese di avviamento prestito, di istruttoria, di eventuali perizie, etc. Informatevi bene perché non vi sono spese fisse e standard per ogni tipo di banca. Ciascun istituto di credito ha le sue voci di spesa e queste cambiano anche in base al tipo di finanziamento che si stipula.

Le spese gestionali

Ogni prestito ha un suo costo specifico. Occorre leggere molto attentamente tutte le voci di spesa che sono riportate sul contratto del prestito che si va a firmare. Prima che sul contratto, tali spese sono visibili anche sul documento precontrattuale. Prendetevi del tempo, quindi, per analizzare tutte le voci di spesa e valutarne la convenienza o meno. Infine, sappiate che prima di avventurarvi in colloqui con consulenti bancari per un prestito, potrete in tutta tranquillità e stando comodamente seduti sulla vostra poltrona di casa, comparare diverse soluzioni di prestito e verificarne le relative spese. Come?

Basta andare sul web e fare una simulazione di un prestito. Vi sono diversi siti che permettono non solo di fare delle simulazioni, ma anche di comparare i diversi prestiti tra di loro. Inserendo l’importo richiesto e il numero di rate, saprai l’importo di ciascuna rata e le spese per gli interessi.

Conclusioni

In conclusione, considerate che il miglior prestito in assoluto non è quello con le più basse spese di gestione, bensì quello che soddisfa i vostri requisiti. O, meglio ancora, quello che è in grado di soddisfare le vostre necessità di liquidità, che viene incontro alle vostre possibilità e che ha anche le voci di spesa più contenute. Capite quindi che i parametri da considerare sono diversi e che non tutti possono avere libero accesso ad ogni tipologia di prestito. Quindi, trovate prima il prestito che fa al caso vostro e poi valutate certamente anche le singole spese gestionali.