Migliori prestiti con garante: quali sono, guida alle offerte, condizioni e altro

Indice dei contenuti

Possibilità di optare per un garante

Quando non possiamo contare solo sulle nostre entrate, in quanto non garanzia sufficiente per richiedere un prestito, la banca ci permette di avere un garante. Il garante è un soggetto che legalmente parlando si impegna a saldare la cifra del nostro debito, in caso di insolvenza. La cifra, in base ai casi, può essere ricoperta per metà o nella sua totalità. Essere un garante impone un certo tenore di vita, in cui abbiamo una salda base di reddito, ma non facciamo troppe spese.

Non sempre la banca, sulla base di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o della presentazione di busta paga, accetta la candidatura a garante. Infatti alcune banche vogliono maggiori garanzie, come ad esempio l’essere titolari di proprietà o immobili.

Diverse tipologie di prestiti con garante

In questo articolo analizzeremo quelli che sono i prestiti con garante, più richiesti attualmente, andando a scoprire le caratteristiche di ciascuno. I prestiti su cui porremo un focus sono:

  • Prestiti personali Findomestic,
  • Prestiti Compass.

Prestiti Personali Findomestic

Tra i migliori istituti di credito che possiamo trovare, sicuramente ne esiste uno che è sempre fonte di serietà, e parliamo di Findomestic. Visitando l’area dedicata ai prestiti, del sito, è possibile conoscere comodamente quali sono le formule di prestito. Tra queste spicca di solito l’importo richiedibile, decisamente alto rispetto al normale, aspetto decisamente positivo.

Con i prestiti personali Findomestic è possibile di solito richiedere fino a ben 60.000 euro all’incirca, una cifra considerevole. Per presentare la richiesta è necessario che il soggetto abbia un età compresa tra i 18 anni e i 75 anni, a meno di alcuni casi particolari. Ovviamente ci devono essere dei requisiti stabili, o se non abbiamo busta paga o siamo studenti, rientriamo in categorie che possono con modalità diverse accedere al credito.

Prestito con garante Findomestic

Nel caso del prestito con garante, quest’ultimo deve avere come nel caso di tutte le banche, un certo profilo. Un reddito molto stabile e diversi requisiti che sono specificati nel regolamento di Findomestic. Inoltre è importante specificare che non è necessario essere clienti della finanziaria per poter accedere a questo tipo di prestito per i richiedenti. Basterà infatti solamente essere titolari di un conto corrente, anche presso una banca diversa. Sullo stesso conto avverrà sia l’accredito dell’importo che l’addebito delle rate di rimborso mensili che verranno fissate al momento della richiesta.

Il prestito con garante Findomestic può essere richiesto per qualsiasi motivo, come ad esempio per realizzare un progetto. Tra i motivi per cui si tratta di uno dei prodotti migliori in circolazione c’è sicuramente la convenienza. Di volta in volta sulla pagina principale del sito, vengono presentate delle offerte disponibili per alcuni periodi. L’offerta attualmente disponibile ci viene presentata tramite un esempio di preventivo. La richiesta considerata è per un prestito di solito che va da 15.000 euro della durata di 96 mesi. In questo caso la rata mensile sarà di 199 euro, con tassi d’interesse fissi. In particolare con un Tan 6,25% e Taeg 6,43%. Nel caso vogliamo una cifra diversa da questa, possiamo comodamente sfruttare  il simulatore di prestiti online. Digitando poi sulla voce  “Calcola il Prestito” potrete confrontare in modo rapido tutte le offerte di prestito Findomestic alle quale potrete accedere tramite la presentazione di un garante.

Prestiti Compass con Garante: caratteristiche del finanziamento

Tra i prestiti personali più richiesti, abbiamo anche quelli che prevedono firma di un garante, e sono propri di Compass. A differenza di Findomestic abbiamo un importo massimo richiedibile più basso, pari più o meno alla metà. Infatti siamo circa su un importo massimo richiedibile è di 30.000 euro. Per presentare il modulo di richiesta è necessario che sia il beneficiario del prestito che il garante abbiano un’età compresa tra i 18 anni e i 75 anni. Anche se ci possono essere delle piccole eccezioni. Per quanto concerne invece l’erogazione, l’importo richiesto verrà accreditato direttamente sul conto corrente intestato al beneficiario del prestito. Il rimborso può avvenire attraverso un comodo addebito diretto ma anche grazie al pagamento di bollettini presso i punti vendita SisalPay, LIS PAGA, QuiPay. Questa formula risulta molto comoda per coloro che ad esempio non sono così pratici con l’online. Anche nel caso dei prestiti personali Compass con garante le rate mensili hanno un valore fisso, e dipenderanno strettamente dalla cifra e dalla durata scelta dal cliente.

Simulatore online Compass

Il simulatore online Compass è molto utile, ma è leggermente diverso da quello visto in precedenza. Infatti per quanto concerne i dati da inserire per effettuare la simulazione, questi sono l’importo al quale siamo interessati e la rata mensile che vogliamo fissare. In base a questi due criteri possiamo conoscere la rata proposta da Compass e i tassi d’interesse applicati.

Qual è la documentazione obbligatorio che deve presentare il garante?

Come inizialmente accennato, il garante deve essere una persona che ispira molta fiducia nei confronti della banca. Questo è possibile solo nel caso abbia una stabilità reddituale, non risulti cattivo pagatore, ma non è sempre sufficiente. I candidati ottimali al ruolo di garante, sono coloro che possono quindi presentare una serie dei requisiti capaci di confermare che la persona potrà farsi carico del debito. Questo ovviamente in caso il richiedente si trovi in una situazione di impossibilità a rimborsa la banca, di una parte del prestito o di tutta la somma complessiva. Ogni banca si regola a suo modo, quindi i diversi prestiti con garante non possono essere schematizzati più di tanto. La cosa che quindi, per questo motivo si consiglia vivamente, è mettere a confronto, dopo un’accurata ricerca, più proposte di prestiti con garante.

In particolare per quanto riguarda gli specifici documenti, il possibile garante è tenuto a presentare:

le ultime buste paga: queste vanno presentate nel caso in cui il garante sia un lavoratore dipendente. Alcune banche possono anche volere la garanzia di un contratto di lavoro fisso. In questi casi, è preferibile che si tratti di un lavoro a  tempo indeterminato. Qualora fosse a tempo determinato invece, la scadenza dovrà essere successiva alla data di estinzione del prestito.
presentazione del modello unico: questo va presentato se il garante è un lavoratore autonomo invece. Occorrono tali documenti per attestare il reddito percepito da garanti che rientrano nella posizione lavorativa di liberi professionisti.

Ovviamente oltre a questi requisiti, non bisogna dimenticarsi dei documenti base, come documento di identità in corso di validità, codice fiscale.

Caso di insolvenza: come il garante si deve comportare

In caso di insolvenza, ci si chiede quale sia il comportamento che deve tenere il garante. Questo deve essere tenuto di solito a restituire tutta la cifra del debito. Inoltre questo deve avvenire anche per tempo, in caso contrario risulterebbe anche lui un cattivo pagatore. Basta solo non pagare una semplice rata, e la cosa impedirebbe al soggetto di chiedere altri prestiti, se non con condizioni molto stringenti.

In alcune situazioni accade che la banca richieda anche che la somma venga rimborsata in poche rate, o in un’unica rata soltanto. Il garante deve essere pronto a queste due situazioni. Ecco per quale motivo spesso si richiedono delle condizioni abbastanza specifiche e stringenti, per essere presi a garanti di un prestito. Di solito succede comunque sia che il garante sia un genitore, ma sembra non esserci in tal senso una normativa che restringe questo ruolo ai soli parenti. Ma una volta pattuito il rapporto, il garante non può sottrarsi dai suoi impegni e le responsabilità.

Prestiti per pensionati con garante

I prestiti per pensionati con garante sono legati a richieste di denaro superiori alle possibilità economiche del richiedente, che nemmeno con la cessione del quinto può arrivare a gestire. Infatti di solito i pensionati, sono coloro che possono usufruire della comoda cessione del quinto. Ma quanto l’asticella della somma richiesta sale, allora risulta necessario cercare un garante. Di solito in questi casi ci sia più di un garante, anche tre, ed il terzo non offre un reddito, ma una proprietà di un immobile.

Conclusioni: pro e contro

I prestiti con garanti sono diversi, l’importante è saper fare le giuste valutazioni per avere il prestito che fa al caso nostro. Di sicuro tra Findomestic e Compass, il primo è molto più morbido con la concessione di cifre decisamente alte. Ma questo può essere un bene come un male, in quanto ovviamente estinguere il debito ha un prezzo e una durata diversa. Le varie aree online dedicate ai prestiti con garanti, delle banche, ci possono illuminare su tutte le condizioni necessarie e i vantaggi di cui potremmo godere.