Finanziamenti senza busta paga: guida ai migliori prestiti con garante

Indice dei contenuti

Oggigiorno sono sempre di più coloro che non hanno un reddito da busta paga ma richiedono finanziamenti per ottenere liquidità. È il caso di casalinghe, disoccupati, studenti, inoccupati e lavoratori autonomi che devono far fronte a spese impreviste o hanno bisogno di mantenersi gli studi.

Ottenerli non è sempre facile ed è necessario che conosciate in cosa consista questa particolare tipologia di prestiti. In questo articolo parleremo quindi di finanziamenti senza busta paga e forniremo una guida ai migliori prestiti con garante.

Cosa sono i finanziamenti senza busta paga

Quando si parla di finanziamenti senza busta paga si fa riferimenti a dei veri e propri prestiti personali concessi dagli istituti di credito a coloro che hanno necessità di liquidità ma che non possono presentare le garanzie di un reddito fisso e costante, ovvero da lavoro dipendente a tempo indeterminato.

A chi sono rivolti

I finanziamenti senza busta paga sono rivolti quindi a determinate categorie di persone. Potete richiederli se siete:

  • Casalinghe
  • Studenti non lavoratori in cerca di piccoli prestiti veloci per finanziarvi gli studi
  • Disoccupati
  • Inoccupati
  • Lavoratori in nero che, pur avendo un reddito, non potete dimostrarlo in quanto non avete alcuna documentazione che lo attesti
  • Lavoratori autonomi con partita IVA, quindi percettori di reddito ma non derivante da busta paga
  • Redditieri, ovvero se avete una fonte di reddito alternativa, come ad esempio quella derivante dall’affitto di un immobile di vostra proprietà
  • Protestati

Generalmente, le somme concesse in prestito sono di piccola entità, proprio perché le garanzie che potete presentare sono basse, anche se in alcuni casi, di fronte a garanzie più importanti e affidabili, gli enti finanziari potrebbero decidere di concedervi somme maggiori.

Garanzie richieste

Proprio perché l’istituto di credito può avvalersi della garanzia più importante, che è il possesso di una busta paga, vi chiederanno di presentare delle garanzie alternative per ottenere i finanziamenti senza busta paga. Le principali sono:

  • Le garanzie ipotecarie o pignoratizie, quindi su beni immobili (case) o mobili (titoli o contanti su conto corrente)
  • Le garanzie personali, come una fideiussione, che consiste nella presenza di una terza persona che si faccia garante del prestito.

Finanziamenti senza busta paga ai giovani

Se siete giovani e non avete superato i 36 anni di età, per voi esistono delle particolari tipologie di finanziamenti senza busta paga per concedervi la possibilità di ottenere liquidità.

I principali finanziamenti a voi dedicati sono:

  • Il prestito d’onore
  • I finanziamenti per giovani studenti universitari
  • I prestiti veloci
Tutte queste tipologie di piccoli finanziamenti hanno un vantaggio in comune, che è quello legato alla posticipazione del rimborso al termine degli studi. In sostanza, inizierete a pagare le rate prestito previste nel piano di ammortamento, solo quando avrete concluso il vostro percorso di studi.

Ovviamente, è necessario che siate regolari con questi tempi, ovvero che non andiate fuori corso. Inoltre, è necessario presentare una terza persona disponibile a farvi da garante del prestito. In questi, generalmente è un genitore a fare da fideiussore.

Prestiti con garante per disoccupati e inoccupati

Esistono poi delle tipologie fi finanziamenti senza busta paga concessi a chi non ha un lavoro dipendente ma anche ai lavoratori stagionali, ai lavoratori in nero o a quelli che lavorano a provvigione, a chi è lavoratore autonomo e a chi, ancora, riceve una rendita derivante da patrimonio di sua proprietà.

Anche in questo caso, si tratta di finanziamenti concessi dietro presentazione di un garante.

Prestiti a casalinghe

Una delle principali categorie a cui sono ricolti i finanziamenti senza busta paga è indubbiamente quelle delle casalinghe.

Se vi occupate esclusivamente della casa e dei vostri figli e non avete la possibilità di lavorare e quinti di ottenere un reddito derivante da busta paga, potete accedere al credito grazie alla presenza di un fideiussore, che generalmente è rappresentato dal coniuge, da un genitore o da un parente. Sarà lui che si impegnerà con la banca per la restituzione del debito, nei tempi stabiliti dal piano di ammortamento.

Altre forme di finanziamenti senza busta paga

Oltre a quelle citate precedentemente, ci sono altre tipologie di prestiti senza busta paga presenti sul mercato, ad esempio:

  • Il prestito cambializzato: si tratta di una tipologia di prestito che vi viene concesso tramite il pagamento di cambiali Le cambiali rappresentano un titolo di credito esecutivo. Ciò vuol dire che, se non riuscite a pagarne anche una soltanto, il creditore ha facoltà di procedere immediatamente con il pignoramento dei beni di vostra proprietà
  • Il prestito a cattivi pagatori e protestati: se non percepite una busta paga e in più risultate cattivi pagatori e/o protestati, sarà molto difficile che vi venga concesso un finanziamento. Tuttavia, se siete in grado di dimostrare una rendita derivante dal possesso di un bene immobile, un titolo da impegnare o di presentare un garante congruo e impeccabile, le possibilità di ottenere un finanziamento aumentano di molto
  • I prestiti a pignorati: anche se siete pignorati, presentando un fideiussore con le giuste caratteristiche avrete la possibilità di accedere al credito
  • Il microprestito: per ottenere un finanziamento senza busta paga e senza garanzie per somme dai 500 ai 1.500 euro, potrete fare richiesta di accesso al microprestito. Dovrete essere però nelle condizioni di poter dimostrare che riuscirete a saldare il debito entro la scadenza prestabilita dal piano di ammortamento
  • Il prestito fiduciario: questa tipologia di finanziamento senza busta paga vi verrà concessa solo se sarete in grado di dimostrare un’ottima posizione creditizia, ovvero non avete mai avuto problemi con precedenti finanziamenti e quindi non risultate cattivi pagatori
  • I prestiti ai liberi professionisti: anche se non avete una busta paga, ma svolgete la libera professione e potete documentare un reddito congruo presentando la dichiarazione dei redditi o il CUD, potete avere accesso al credito

Gli svantaggi dei finanziamenti senza busta paga

I prestiti con garante, pur offrono agli enti finanziari delle sicurezze sul rimborso delle somme, queste ovviamente non hanno lo stesso valore attribuito alla presenza di una busta paga.

Proprio per questo motivo, presentano una serie di svantaggi, ovvero:

  • Hanno dei tassi di interesse maggiori rispetto ai classici prestiti e, in alcuni casi (come ad esempio nei prestiti cambializzati), essi aumentano di molto
  • Le somme concesse sono di modesta entità, in quanto nessuna banca o finanziaria può rischiare su grossi importi
  • Le spese di commissione sono alte, proprio perché non sussiste la garanzia primaria, che è quella del possesso della busta paga.

Conclusioni

Come vedete, anche se non percepite una busta paga avete diverse possibilità di richiedere un finanziamento, seppur di piccola entità.

Il nostro consiglio è sempre quello di rivolgervi a diversi istituto di credito, in modo da ottenere più preventivi e quindi scegliere alla fine quello più conveniente per voi e che vi permetta di risparmiare su alcuni costi o spese accessorie.

Non dimenticate di paragonare soprattutto TAG e TAEG applicati alle diverse tipologie di prestiti e dai vari istituti di credito a cui vi rivolgete, perché sono quelli che fanno davvero la differenza.

Per fare un paragone tra le diverse offerte, potrete utilizzare un simulatore di prestito online, uno strumento che vi permette di confrontare vari prodotti offerti da banche e finanziarie, fornendovi anche l’importo della rata mensile, comprensiva di interessi, che andreste a pagare.

In questo modo, avrete una panoramica di tutte le offerte a cui potrete fare riferimento e sarà più semplice e più veloce richiedere i preventivi a chi sarà in grado di farvi l’offerta più conveniente.